HomeCategory

Categoria: Pavimento Laminato

Il laminato è un materiale popolare utilizzato per pavimenti, pareti e arredi. Offre un’opzione economica e resistente ai danni per le abitazioni. Tuttavia, il rivestimento in laminato può gonfiarsi, causando danni al pavimento o alla parete. In questo articolo, esploreremo i motivi per cui il laminato può gonfiarsi, come prevenire il problema e come ripararlo....

Il pavimento in laminato è un’ottima alternativa al parquet, perché presenta una buona resistenza e una facile manutenzione, ma anche questo tipo di pavimento può presentare alcuni problemi. In questo articolo, esploreremo i problemi più comuni del pavimento in laminato e le soluzioni per risolverli. l’Umidità Il primo problema più comune del pavimento in laminato...

Il pavimento in laminato è largamente utilizzato in molteplici ambienti, da quello residenziale a quello d’ufficio, grazie alle sue molte qualità ed alla sua ampia versatilità. In questo articolo vorremmo rispondere e argomentare i seguenti aspetti: Che Cos’è il Laminato? Quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale? Come e Cosa Scegliere per...

Il pavimento in laminato è largamente utilizzato in molteplici ambienti, da quello residenziale a quello d’ufficio, grazie alle sue molte qualità ed alla sua ampia versatilità. In questo articolo vorremmo rispondere e argomentare i seguenti aspetti:

  • Che Cos’è il Laminato?
  • Quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale?
  • Come e Cosa Scegliere per la mia casa?
  • Come proteggerlo nel tempo?
  • Come pulirlo senza rovinarlo?

Iniziamo dalla prima, la più semplice:

Che Cos'è il Laminato?

Com'è fatto il pavimento laminato?

Iniziamo dicendo che il laminato è strutturato a strati i quali sono 4, come evidenziato e spiegato qui sotto:

Laminato: Che Cos'è? Come Sceglierlo per la mia casa? Come proteggerlo?
  • Il primo strato, partendo da quello alla base di tutto, è lo strato stabilizzante che serve a bilanciare il peso  e allo stesso tempo da sostegno a tutta la struttura
  • Il secondo strato è l’anima del laminato, ovvero il pannello centrale che può essere in MDF (Medium Density Fibreboard o Pannello di fibra a media densità) oppure in HDF (High Density Fibreboard o Pannello di fibra ad alta densità)
  • Il terzo strato è la stampa del decoro ovvero quello strato dove viene stampato l’effetto da dare al laminato
  • Il quarto strato è protettivo, è detto trasparente perché si tratta proprio di una pellicola trasparente che aumenta la protezione verso graffi o urti
Quali sono i tipi di laminato esistenti?

Oltre a questo, è opportuno differenziare i vari tipi di laminato, che sono i seguenti:

  • HPL (Hight Pressure Laminate) ovvero ad alta pressione (oltre 1000 psi) che combinato con il calore garantisce alta densità e resistenza al materiale. Sopra a questo strato si trova, solitamente, della resina a base di melanina che rafforza la resistenza a shock termici, calore e abrasione
  • CPL (Continuos Pressure Laminate) ovvero nel processo di lavorazione il laminato viene sottoposto ad una pressione continua ma ad una pressione più bassa. Di solito questo tipo di materiale è usato per rivestire mobili, arredi ecc.
  • CHPL (Continuos Hight Pressure Laminate) consiste nel CPL, cioè pressione continua, questa volta ad alta pressione, integrando in questo modo la lavorazione HPL e CPL.

Ora che abbiamo elucubrato la struttura di come è fatto il laminato, vediamo invece quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale.

Ora che abbiamo elucubrato la struttura di come è fatto il laminato, vediamo invece quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale.

Quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale?

Come ogni pavimento, anche il laminato ha i suoi vantaggi e svantaggi, molto dipende dalla destinazione d’utilizzo. Alcune caratteristiche di cui parleremo sono normate dall’Unione Europea, come ad esempio le Norme EN 685, EN 13329 e la classe AC che spieghiamo di seguito:

Le normative EN 685 e EN13329 stabiliscono la classificazione dei rivestimenti resilienti, tessili e laminati per il loro utilizzo a pavimento, suddiviso per destinazione d’uso.

La classificazione AC (classe di abrasione) invece viene utilizzata specificatamente per classificare i laminati. In ambito residenziale e commerciale vengono utilizzate le classi AC3, AC4 e AC5. La classificazione A6, invece, è riservata per l’utilizzo industriale.

Quali sono i PRO e i CONTRO di questo materiale?

Tenendo conto di queste classificazioni, vediamo quali sono i vantaggi e svantaggi di seguito. Va premesso che il laminato è un materiale molto versatile ed economico, ovviamente se stiamo facendo casa è opportuno pianificare i propri ambienti tenendo conto che le differenza tra il legno ed il laminato, attualmente non è così evidente, almeno per la parte estetica (di seguito un articolo utile se decidi di posare il legno).

Vantaggi

Quali sono i vantaggi del pavimento laminato?
  • Resistenza nel tempo (fino a 40 anni)
  • Resistenza agli urti e all’usura
  • Durezza
  • Ampia scelta per effetti e colori disponibili
  • Costo contenuto sia del materiale che di posa
  • Scarsa manutenzione, facile da pulire

Svantaggi

Quali sono gli svantaggi del pavimento laminato?
  • Poca resistenza al calore come ad esempio oggetti o liquidi bollenti
  • Somiglia al legno ma non è legno, è un materiale artificiale e come tale può risultare più freddo al tatto
  • Meno isolante, rispetto al legno

Ora che abbiamo visto i PRO e i CONTRO del laminato, rispondiamo alla seguente domanda:

Come e Cosa Scegliere per la mia casa?

Come anticipato pocanzi, molto dipende dalla destinazione d’uso della casa e dal nostro budget di spesa, oltre alle nostre esigenze personali. Il laminato, come resa grafica, non ha nulla da invidiare ad altri prodotti: la stampa del decoro e dell’effetto legno è di altissima qualità e la resa è ottima.

Qual è il miglior pavimento laminato?

Per scegliere un pavimento di qualità suggeriamo di optare per il laminato con classificazione da AC4 in poi e con uno spessore superiore agli 8 mm, cosa che implica uno strato di materiale MDF o HDF più alto comportando una maggior resistenza e durevolezza nel tempo.

Il discorso cambia al “tatto”, essendo un prodotto artificiale risulterà più freddo rispetto al legno naturale che è di suo un materiale “caldo”. Oltre a questo, il laminato è molto più economico rispetto al legno e questo è uno dei suoi punti di forza.

Anche la posa risulta più agevole, visto che non necessita di colla ma va posato flottante e le doghe hanno degli incastri specifici, per questi motivi non è richiesta una gran manualità ed è possibile, volendo, posarlo in completa autonomia.

Dove è consigliabile posare il pavimento laminato?

Il laminato, essendo fondamentalmente un materiale poroso (soprattutto i bordi) va posato ed utilizzato in ambienti poco umidi, può essere usato anche in cucina o lavanderia, a patto di far attenzione a ristagni d’acqua o simili. In altri ambienti come la taverna o cantine bisogna valutare l’umidità di risalita e la possibilità che si potrà avere di arieggiare adeguatamente l’ambiente. In assenza di questi requisiti è meglio valutare la posa di altro materiale come ad esempio il Gres Porcellanato.

Di seguito alcuni render di ambienti residenziali con effetti diversi di laminato:

Ora vediamo alcuni aspetti più pratici a riguardo, ovvero Come proteggerlo nel tempo e Come pulirlo senza rovinarlo.

Come proteggerlo nel tempo e Come pulirlo senza rovinarlo?

Prima di vedere come proteggerlo nel tempo, vediamo cosa fare subito dopo averlo posato, in modo da iniziare ad utilizzarlo nel migliore dei modi.

Cosa fare subito dopo la posa del pavimento laminato?

Subito dopo averlo posato è opportuno

  • pulire e rimuovere la polvere con un panno in micro-fibra o un aspirapolvere
  • eliminare eventuali macchie di silicone o di colla con un panno inumidito e se macchie resistenti con del diluente sintetico
Come proteggere il pavimento laminato? Come pulirlo senza rovinarlo?

Per la pulizia giornaliera è possibile usare una semplice scopa o una panno in micro-fibra. Se invece vogliamo lavarlo possiamo affidarci a un detergente neutro facendo attenzione a non lasciare troppa acqua sopra al pavimento, bisogna ricordare infatti che l’acqua è nemico del legno.

Cosa NON bisogna mai fare nella pulizia di un pavimento laminato?

Evitare panni troppo bagnati o simili oltre a:

  1. NON usare acqua bollente
  2. NON usare troppa acqua
  3. NON usare il lavaggio a vapore
  4. NON usare prodotti a base di candeggina, ammoniaca

Conclusioni

Abbiamo visto diversi aspetti inerenti il laminato, capendo che si tratta di un ottima scelta, attenta alle tasche ma con un alta resa qualitativa. Suggeriamo l’utilizzo del laminato per ristrutturazioni non invasive o veloci, per uffici o attività aperte al pubblico. Può comunque essere una valida alternativa al pavimento in legno o al gres porcellanato, tenendo conto degli aspetti fino a qui considerati.

Hai ancora dubbi, domande o perplessità? Clicca sul pulsante “Chatta con noi” che trovi a lato dello schermo, potrai parlare direttamente con un nostro consulente dedicato.

Ti è piaciuto leggere questo articolo? Allora scopri altri articoli correlati all’argomento: