Piastrelle in ceramica: come scegliere quelle resistenti agli acidi e ai prodotti chimici

11 Gennaio 2024by Kreacasa

Quando si tratta di scegliere le piastrelle in ceramica, uno dei fattori importanti da considerare è la loro capacità di resistere all’esposizione ad acidi e altre sostanze chimiche. Questo aspetto è particolarmente importante in spazi come la cucina, il bagno e il laboratorio, dove le fuoriuscite e i detergenti possono essere frequenti.

Fattori da considerare nella scelta delle piastrelle in ceramica

Quando si valuta la resistenza delle piastrelle di ceramica agli acidi e alle sostanze chimiche, si devono prendere in considerazione i seguenti fattori:

1. Valutazione PEI: La classificazione PEI (Porcelain Enamel Institute) è un metodo comune per misurare la durata delle piastrelle in ceramica smaltata. La scelta di piastrelle con una classificazione PEI più alta può garantire la loro resistenza all’usura causata da acidi e sostanze chimiche. Ecco di seguito le classi PEI attive:

PEI 0: non è consigliato per l’uso a pavimento, ma è adatto per l’installazione a parete grazie alla sua bassa resistenza.
PEI 1: resistenza all’abrasione molto debole, non consigliato per l’uso esterno.
PEI 2: debole resistenza all’abrasione, adatto a un traffico pedonale moderato.
PEI 3: Adatto al traffico pedonale frequente, offre resistenza all’abrasione.
PEI 4: adatto a un traffico pedonale intenso, offre una buona resistenza all’abrasione.
PEI 5: adatto a un intenso traffico pedonale, offre un’eccellente resistenza all’abrasione (uso commerciale).

2. Tipo di smalto: Anche il tipo di smalto applicato alle piastrelle può influenzare la resistenza agli acidi e agli agenti chimici. Ad esempio, le piastrelle rifinite con uno smalto non lucido o con una superficie strutturata possono essere più resistenti alle sostanze chimiche rispetto alle piastrelle lucide.

Piastrelle in ceramica come scegliere quelle resistenti agli acidi e ai prodotti chimici
La cucina è uno degli ambienti dove maggiormente si possono verificare cadute o fuoriuscite di prodotti “aggressivi”

3. Materiale delle piastrelle: Il materiale delle piastrelle può influenzare in modo significativo la loro resistenza agli acidi e alle sostanze chimiche. Le piastrelle in gres porcellanato sono più dense e meno porose di quelle in ceramica e quindi tendono a essere più resistenti alle sostanze chimiche. Inoltre, le piastrelle realizzate con pietre naturali come il granito, il marmo o il terrazzo possono avere una certa resistenza agli acidi e alle sostanze chimiche, ma richiedono una cura particolare.

4. Sigillatura: I sigillanti sono spesso utilizzati per migliorare la resistenza delle piastrelle di ceramica agli acidi e alle sostanze chimiche. L’uso di un sigillante penetrante può aiutare a ridurre la porosità della superficie delle piastrelle e a migliorarne la resistenza alle sostanze chimiche.

5. Manutenzione: Una pulizia e una manutenzione regolari possono contribuire a preservare la resistenza delle piastrelle di ceramica agli acidi e agli agenti chimici. Tecniche di pulizia adeguate e l’uso di detergenti appropriati possono aiutare a prevenire i danni alle piastrelle.

Quali sono i prodotti chimici più comuni che possono danneggiare le piastrelle in ceramica?

Esistono diversi prodotti chimici comuni che possono danneggiare le piastrelle di ceramica. Alcuni dei più comuni sono:

1. Detergenti acidi: i detergenti acidi come l’aceto, il succo di limone e altri detergenti per la casa possono causare l’incisione e l’opacizzazione delle piastrelle di ceramica nel tempo. Questo in particolare se si tratta di un gres lappato o con finitura lucida, se invece si tratta di una piastrella ruvida magari pensata per uso esterno, è possibile usare l’aceto o il succo di limone diluito con acqua almeno in percentuale 1:2 o 1:3 e non andrà, in ogni caso, posato direttamente sulla piastrella bensì su un panno umido da utilizzare per pulire. Approfondiamo questi aspetti in questo articolo dedicato.

2. Detergenti alcalini: i detergenti alcalini aggressivi, come l’ammoniaca e la candeggina, possono togliere lo smalto dalle piastrelle e danneggiare le fughe.

3. Prodotti per la pulizia a base di olio: i detergenti a base di olio, come i lucidi per mobili e gli scrub abrasivi, possono lasciare un residuo di grasso sulle piastrelle o graffiare la superficie.

4. Solventi aggressivi: i solventi aggressivi come il diluente per vernici e l’acetone possono ammorbidire e sciogliere la superficie delle piastrelle in ceramica.

5. Agenti mordenzanti: agenti mordenzanti come l’acido fluoridrico e l’acido muriatico possono causare incisioni profonde e scolorire le piastrelle.

È importante notare che i diversi tipi di piastrelle in ceramica hanno diversi livelli di resistenza a questi agenti chimici. Le piastrelle in gres porcellanato, ad esempio, sono più dense e meno porose di quelle in ceramica e spesso hanno una maggiore resistenza ai danni chimici. Pertanto, è importante considerare il tipo specifico di piastrelle in ceramica quando si scelgono i detergenti e gli altri prodotti chimici per evitare di danneggiare la superficie nel tempo.

Conclusione

Scegliere piastrelle in ceramica resistenti agli acidi e alle sostanze chimiche è essenziale per garantirne la durata e la sicurezza in aree in cui le fuoriuscite e l’esposizione a sostanze chimiche sono comuni. Quando si scelgono le piastrelle in ceramica, è necessario prendere in considerazione fattori come la classificazione PEI, il materiale delle piastrelle, la finitura dello smalto, la sigillatura e la manutenzione per fare una scelta consapevole. Con una cura e una manutenzione adeguate, le piastrelle di ceramica continueranno ad avere un aspetto bello e a funzionare efficacemente per gli anni a venire.

Hai ancora dubbi, domande o perplessità? Clicca sul pulsante “Chatta con noi” che trovi a lato dello schermo, potrai parlare direttamente con un nostro consulente dedicato.

Ti è piaciuto leggere questo articolo? Allora scopri altri articoli correlati all’argomento:

Richiedi Informazioni

Contattaci, ti proporremo soluzioni sempre all’avanguardia a prezzi competitivi, perfetti per qualsiasi progetto tu voglia realizzare.
logo kreacasa
L'azienda

Kreacasa è il nuovo modo di concepire la progettazione edile, che si tratti di ristrutturazione o di tracciare le linee di nuovi ambienti.

Lun-Ven 9:00/13:00 - 15:00/19:00
Sab 9:00/13:00
Domenica: chiuso
Lavorincasa.it