Termoarredi: 10 trick da sapere

28 Ottobre 2022by Kreacasa0

Scalda-salviette, Termoarredi o elementi riscaldanti: tanti modi per chiamare una cosa sola, ovvero un elemento di design che serve a riscaldare un ambiente. Vediamo come funzionano questi dispositivi, a cosa servono e come sceglierli nel modo giusto, tenendo conto dei nostri spazi e volumi.

Guarda la Web-Stories dedicata qui

Cos'è il Termoarredo

Il termo-arredo è un elemento termico che permette di riscaldare un ambiente di casa e, in molti casi, può essere impiegato per asciugare o riscaldare tovagliette o asciugamani, da qui il nome Scalda-Salviette. 

Tecnicamente ed esteticamente il termo-arredo è composto da due collettori tubolari in parallelo connessi da piccoli tubicini orizzontali, solitamente con spazio sufficiente per inserirvi asciugamani o salviette. 

Elemento di Arredo o Semplice Termosifone?

Il semplice termosifone ha una sola e principale funzione: quella di riscaldare. Né più né meno, per questo motivo le dimensioni solitamente sono maggiori, occupano spazio visibile e, esteticamente, non sono un granché. 

Un elemento di arredo, come può essere proprio il termo-arredo o scalda-salviette, è pensato proprio per integrarsi perfettamente in un determinato ambiente. 

Per questo motivo ha dimensioni solitamente limitate, conseguente ingombro ridotto  e esteticamente è concepito con materiali più eleganti come ad esempio l’alluminio o l’acciaio. 

E’ adattabile, visto che è disponibile in molteplici materiali e colori, richiede pochissima manutenzione, visto il materiale usato e la loro struttura. 

Per questo motivo permette una pulizia veloce della superficie, al contrario del termosifone, molto difficile da pulire.

L’installazione è molto più semplice, può essere eseguita tranquillamente in economia senza l’ausilio di un professionista. 

Termoarredi
Cosa fare se il Termoarredo non funziona o non scalda?

Prima di tutto controllare che i cavi di collegamento siano integri, la seconda cosa è quella di sfiatare l’aria creatasi all’interno dell’elemento. 

Fare molta attenzione, lo scopo è quello di far uscire l’aria fino a quando uscirà anche l’acqua, successivamente chiudere subito la valvola. In caso di dubbi o timori rivolgersi ad un amico o del personale esperto.

NOTA: Eseguire l’operazione a Termoarredo e caldaia spenta e Termi freddi. Farlo a sistema acceso espone a rischi, l’acqua può superare i 60/65°

Come Sfiatare un Termoarredo senza valvola?

Alcuni Termoarredi (anche termosifoni) possono essere sprovvisti di valvola, in quei casi bisogna andar ad agire con una chiave esagonale in senso anti-orario per far defluire l’aria accumulata. 

In caso di dubbi o timori suggeriamo di rivolgersi ad un amico o personale esperto in merito.

NOTA: Eseguire l’operazione a Termoarredo e caldaia spenta e Termi freddi. Farlo a sistema acceso espone a rischi, l’acqua può superare i 60/65°

I Termoarredi possono essere montati senza opere murarie? Se si, quali devo scegliere?

Si, per farlo bisogna scegliere i Termoarredi elettrici che possono essere montati e installati senza alcuna opera muraria. Bastano alcuni tasselli, il trapano ed una presa elettrica a muro disponibile dedicata. 

Esistono Termoarredi ventilati?

Si, esistono dei Termoarredi o Termoconvettori ventilati, possono essere installati e alimentati elettricamente oppure possono essere collegati all’impianto idraulico di casa. 

Esistono anche dei Termoconvettori a gas, utili nei condomini a riscaldamento centralizzato.

Che tipologie di Termoarredo esistono?

Le tipologia in commercio di Termoarredo sono diverse, ad esempio possono essere elettrici, idraulici o entrambi con la tipologia ibrida o mista. Vediamoli uno per uno.

Termoarredo collegato all'impianto idraulico

La prima tipologia à il termoarredo idraulico, ovvero collegato all’impianto riscaldante di casa e, di conseguenza, alla caldaia. 

Questo tipo di elemento è quindi dipendente dalla caldaia e quest’ultima dovrà esser necessariamente accesa per poter funzionare. 

 

termoarredi

Termoarredo Elettrico

I termoarredi elettrici invece sono totalmente indipendenti, infatti basta predisporre una linea esclusivamente dedicata ad esso e collegare la spina. 

Infatti in questi modelli è presente una resistenza che eroga una potenza compresa in un range tra 50 e 350 watt. 

Vi sono comunque dei sistemi per modulare o controllare la temperatura. 

termoarredi

Termoarredi Misti o Ibridi

Ci sono anche i termoarredi misti o ibridi, ovvero che sono idraulici ed elettrici insieme. 

Questo tipo di elementi sono indicati per chi ha il riscaldamento centralizzato, nelle fasce orarie in cui i termosifoni sono spenti è possibile ricorrere alla parte elettrica, per continuare a riscaldare gli ambienti di casa.

Ora vediamo un altro aspetto da tenere in considerazione per quanto riguarda il colore ed il materiale di costruzione.

Come scegliere il Colore o il Materiale

Il colore dipende molto dai gusti personali, per i termoarredi la scelta è vasta infatti ci sono sia quelli cromati che quelli colorati

Quelli cromati sono maggiormente indicati per ambienti dallo stile classico o elegante, ognuno farà le proprie valutazioni in merito. 

In ambienti più moderni sarebbe opportuno valutare termoarredi dall’impatto estetico differente come ad esempio quelli bianchi o colorati. 

Un must sarebbe propendere verso termoarredi a specchio o a superficie piana

Certamente hanno una destinazione d’uso leggermente differente, infatti un termoarredo a specchio va collocato in una posizione comoda ed agevole per poter essere utilizzato.

termoarredi
Termoarredo a specchio

Tenere conto delle dimensioni e della portata termica

Le dimensioni sono sicuramente importanti, un aspetto da tenere in considerazione è la distanza che vogliamo mantenere dal muro, dovrà essere adeguata per poter passare con il braccio e pulire, quando serve, la parte posteriore del termoarredo. 

Altro aspetto, a nostro avviso molto importante, è calcolare efficacemente la portata termica necessaria per poter riscaldare adeguatamente gli ambienti di casa. 

Il metodo per ottenere la resa termica si chiama Calcolo del metodo empirico, solitamente è eseguito da un termoidraulico, ma possiamo avere una stima preliminare seguendo alcune semplici regole. 

Il primo elemento da sapere è il volume della stanza da riscaldare, per ottenere il volume bisogna moltiplicare la larghezza per profondità, il risultato moltiplicarlo per l’altezza della stanza. 

Mettiamo ad esempio che una stanza sia larga e profonda 4, alta 3 si farà 4×4=16 moltiplicati per 3 ovvero 48.

48 sono i metri cubi della stanza ovvero il volume. Di norma per un metro cubo si considerano circa 30/35 w quindi in questo caso bisognerà moltiplicare 48 per 30/35 e si otterrà 1440/1680 che saranno i watt stimati necessari per riscaldare tutto l’ambiente.

Ogni termoarredo avrà la sua resa termica, per ottenerla bisogna consultare la scheda tecnica fornita dal produttore. 

Considerazioni Finali

Dopo queste considerazioni non rimane che scegliere l’elemento riscaldante più adeguato alle nostre esigenze. 

Kreacasa è disponibile ad aiutarvi nella scelta, un nostro consulente vi risponderà in tempo reale scrivendo sulla chat reperibile nel lato destro dello schermo cliccando sul pulsante “Chatta con noi“.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scalda-salviette, Termoarredi o elementi riscaldanti: tanti modi per chiamare una cosa sola, ovvero un elemento di design che serve a riscaldare un ambiente. Vediamo come funzionano questi dispositivi, a cosa servono e come sceglierli nel modo giusto, tenendo conto dei nostri spazi e volumi.

Guarda la Web-Stories dedicata qui

Cos'è il Termoarredo

Il termo-arredo è un elemento termico che permette di riscaldare un ambiente di casa e, in molti casi, può essere impiegato per asciugare o riscaldare tovagliette o asciugamani, da qui il nome Scalda-Salviette. 

Tecnicamente ed esteticamente il termo-arredo è composto da due collettori tubolari in parallelo connessi da piccoli tubicini orizzontali, solitamente con spazio sufficiente per inserirvi asciugamani o salviette. 

Elemento di Arredo o Semplice Termosifone?

Il semplice termosifone ha una sola e principale funzione: quella di riscaldare. Né più né meno, per questo motivo le dimensioni solitamente sono maggiori, occupano spazio visibile e, esteticamente, non sono un granché. 

Un elemento di arredo, come può essere proprio il termo-arredo o scalda-salviette, è pensato proprio per integrarsi perfettamente in un determinato ambiente. 

Per questo motivo ha dimensioni solitamente limitate, conseguente ingombro ridotto  e esteticamente è concepito con materiali più eleganti come ad esempio l’alluminio o l’acciaio. 

E’ adattabile, visto che è disponibile in molteplici materiali e colori, richiede pochissima manutenzione, visto il materiale usato e la loro struttura. 

Per questo motivo permette una pulizia veloce della superficie, al contrario del termosifone, molto difficile da pulire.

L’installazione è molto più semplice, può essere eseguita tranquillamente in economia senza l’ausilio di un professionista. 

Cosa fare se il Termoarredo non funziona o non scalda?

Prima di tutto controllare che i cavi di collegamento siano integri, la seconda cosa è quella di sfiatare l’aria creatasi all’interno dell’elemento. 

Fare molta attenzione, lo scopo è quello di far uscire l’aria fino a quando uscirà anche l’acqua, successivamente chiudere subito la valvola. In caso di dubbi o timori rivolgersi ad un amico o del personale esperto.

NOTA: Eseguire l’operazione a Termoarredo e caldaia spenta e Termi freddi. Farlo a sistema acceso espone a rischi, l’acqua può superare i 60/65°

Come Sfiatare un Termoarredo senza valvola?

Alcuni Termoarredi (anche termosifoni) possono essere sprovvisti di valvola, in quei casi bisogna andar ad agire con una chiave esagonale in senso anti-orario per far defluire l’aria accumulata. 

In caso di dubbi o timori suggeriamo di rivolgersi ad un amico o personale esperto in merito.

NOTA: Eseguire l’operazione a Termoarredo e caldaia spenta e Termi freddi. Farlo a sistema acceso espone a rischi, l’acqua può superare i 60/65°

I Termoarredi possono essere montati senza opere murarie? Se si, quali devo scegliere?

Si, per farlo bisogna scegliere i Termoarredi elettrici che possono essere montati e installati senza alcuna opera muraria. Bastano alcuni tasselli, il trapano ed una presa elettrica a muro disponibile dedicata. 

Esistono Termoarredi ventilati?

Si, esistono dei Termoarredi o Termoconvettori ventilati, possono essere installati e alimentati elettricamente oppure possono essere collegati all’impianto idraulico di casa. 

Esistono anche dei Termoconvettori a gas, utili nei condomini a riscaldamento centralizzato.

Che tipologie di Termoarredo esistono?

Le tipologia in commercio di Termoarredo sono diverse, ad esempio possono essere elettrici, idraulici o entrambi con la tipologia ibrida o mista. Vediamoli uno per uno.

Termoarredo collegato all'impianto idraulico

La prima tipologia à il termoarredo idraulico, ovvero collegato all’impianto riscaldante di casa e, di conseguenza, alla caldaia. 

Questo tipo di elemento è quindi dipendente dalla caldaia e quest’ultima dovrà esser necessariamente accesa per poter funzionare. 

 

termoarredi

Termoarredo Elettrico

I termoarredi elettrici invece sono totalmente indipendenti, infatti basta predisporre una linea esclusivamente dedicata ad esso e collegare la spina. 

Infatti in questi modelli è presente una resistenza che eroga una potenza compresa in un range tra 50 e 350 watt. 

Vi sono comunque dei sistemi per modulare o controllare la temperatura. 

termoarredi

Termoarredi Misti o Ibridi

Ci sono anche i termoarredi misti o ibridi, ovvero che sono idraulici ed elettrici insieme. 

Questo tipo di elementi sono indicati per chi ha il riscaldamento centralizzato, nelle fasce orarie in cui i termosifoni sono spenti è possibile ricorrere alla parte elettrica, per continuare a riscaldare gli ambienti di casa.

Ora vediamo un altro aspetto da tenere in considerazione per quanto riguarda il colore ed il materiale di costruzione.

Come scegliere il Colore o il Materiale

Il colore dipende molto dai gusti personali, per i termoarredi la scelta è vasta infatti ci sono sia quelli cromati che quelli colorati

Quelli cromati sono maggiormente indicati per ambienti dallo stile classico o elegante, ognuno farà le proprie valutazioni in merito. 

In ambienti più moderni sarebbe opportuno valutare termoarredi dall’impatto estetico differente come ad esempio quelli bianchi o colorati. 

Un must sarebbe propendere verso termoarredi a specchio o a superficie piana

Certamente hanno una destinazione d’uso leggermente differente, infatti un termoarredo a specchio va collocato in una posizione comoda ed agevole per poter essere utilizzato.

termoarredi
Termoarredo a specchio

Tenere conto delle dimensioni e della portata termica

Le dimensioni sono sicuramente importanti, un aspetto da tenere in considerazione è la distanza che vogliamo mantenere dal muro, dovrà essere adeguata per poter passare con il braccio e pulire, quando serve, la parte posteriore del termoarredo. 

Altro aspetto, a nostro avviso molto importante, è calcolare efficacemente la portata termica necessaria per poter riscaldare adeguatamente gli ambienti di casa. 

Il metodo per ottenere la resa termica si chiama Calcolo del metodo empirico, solitamente è eseguito da un termoidraulico, ma possiamo avere una stima preliminare seguendo alcune semplici regole. 

Il primo elemento da sapere è il volume della stanza da riscaldare, per ottenere il volume bisogna moltiplicare la larghezza per profondità, il risultato moltiplicarlo per l’altezza della stanza. 

Mettiamo ad esempio che una stanza sia larga e profonda 4, alta 3 si farà 4×4=16 moltiplicati per 3 ovvero 48.

48 sono i metri cubi della stanza ovvero il volume. Di norma per un metro cubo si considerano circa 30/35 w quindi in questo caso bisognerà moltiplicare 48 per 30/35 e si otterrà 1440/1680 che saranno i watt stimati necessari per riscaldare tutto l’ambiente.

Ogni termoarredo avrà la sua resa termica, per ottenerla bisogna consultare la scheda tecnica fornita dal produttore. 

Considerazioni Finali

Dopo queste considerazioni non rimane che scegliere l’elemento riscaldante più adeguato alle nostre esigenze. 

Kreacasa è disponibile ad aiutarvi nella scelta, un nostro consulente vi risponderà in tempo reale scrivendo sulla chat reperibile nel lato destro dello schermo cliccando sul pulsante “Chatta con noi“.

0
Ti è piaciuto l'articolo? Inviaci il tuo commentandox